Come potare alberi grandi?

Come, Quando, cosa, dove e perchè potare un albero di grandi dimensioni

Albero adulto grande a termine potatura
Grande albero adulto a termine potatura

Cosa

Potatura
La potatura è un’insieme di pratiche, tecniche e interventi che hanno lo scopo di modificare la naturale risposta a vegetare della pianta.

È importante conoscere quale sarà la risposta della pianta ad ogni intervento, che solitamente viene eseguito con dei tagli. Potature mal eseguite attraverso tagli sbagliati compromettono la salute della pianta e possono causare gravi danni alla pianta, indebolendola e rendendola più suscettibile all’attacco di funghi e patologie che possono comprometterne anche la stabilità. Ogni operazione di taglio svolta da un giardiniere deve essere ben ponderata, nessun ramo o branca va eliminato senza motivo: la potatura di un grande albero deve mantenere la sua architettura strutturale della chioma armonica.
Un bravo giardiniere nell'atto di potare un albero di grandi dimensioni, ma in generale nell'effettuare qualunque tipo di potatura non si riconosce da quanto materiale asporta ed elimina dalla pianta.
Un giardiniere che sa effettuare un ottima potatura è colui che eseguirà piccoli tagli dove servono mantenendo quasi inalterata la struttura della chioma, tanto che l’albero, al termine della potatura, quasi non sembrerà potato
.

Come

Le operazioni principali che si effettuano per la potatura di alberi di grandi dimensioni sono:

  • l’eliminazione dei rami secchi
  • la potatura: il taglio volto ad eliminare quei rami che si toccano e sfregano tra loro creando ferite.
  • Ricerca dell'armonia:potare e ridare armonia alla chioma di grande albero; Se ad esempio i rami crescono da una parte, potare per far si che in caso di vento e pioggia la chioma sia più leggera e non si rompano altri rami o peggio le branche principali.
  • Non tagliare i rami con le foglie: Le potature dei rami con le foglie sono molto dannose, perché nelle foglie avviene la fotosintesi e il traslocamento delle sostanze nutritive dalle foglie verso le radici; Togliere i rami con le foglie quindi è controproducente, perché si riduce la capacità di produrre cibo per la pianta e di immagazzinare sostanze di riserva.
  • Potature drastiche e alla "cazzo di cane" sono da evitare perché favoriscono l’insorgenza di patologie fungine che con il tempo possono compromettere la stabilità di rami, delle branche e dello stesso albero.
  • Cosa molto importante nella potatura dei rami, è il rispetto del collare del ramo: in questa zona ci sono i tessuti del fusto o della branca e non bisogna in alcun modo danneggiarlo.
  • Un solo ramo: più tagli, meno danni: per evitare stiramenti e rotture del ramo che possono danneggiare il collare, durante una potatura, bisogna effettuare più tagli. Solitamente se il ramo di un albero di grandi dimensioni da tagliare è molto grosso oppure è proprio una branca, prima si alleggerisce la chioma, successivamente si accorcia il ramo;
    Prima di effettuare il taglio definitivo, si effettuano 3 tagli:
    1. Il primo a circa 20cm o 30 cm dal collare direzionando il taglio dal basso verso l’alto;
    2. il secondo taglio sarà poi da effettaure dall’alto verso il basso;
    3. infine subito dopo il collare viene asportato il moncone di ramo con un unico taglio dall’alto verso il basso
    4. .
  • Non usare Mastici: Il mastice non serve a nulla, anzi aumenta il rischio di funghi perché formano uno strato impermeabile, funge da camera umida in cui il fungo si sviluppa più facilmente.

Perché


Perché quindi potare? La potatura di un grande albero si potrebbe rendere necessaria se l’albero in questione si trovasse troppo vicino ad una casa, ad una strada trafficata e potrebbe creare situazioni di pericolo.

In questi casi è importante che vengano rispettate tutte le fasi biologiche e fisiologiche della pianta per non comprometterne la salute.

Quando

  • La potatura dei rami secchi o danneggiati può essere eseguita durante tutto l’anno
  • Generalmente le ferite si rimarginano più velocemente in primavera: quando le piante sono in grado di produrre nuovi tessuti che fanno si che le ferite vengano rimarginate più velocemente
  • Per quanto riguarda la potatura vera e propria è auspicabile che venga fatta poco prima della ripresa vegetativa, in modo tale che la pianta alla ripresa vegetativa risponda correttamente.

Dove

Noi in qualità di giardinieri operiamo a Pesaro e nella provincia di Pesaro e Urbino: chiamaci per una valutazione gratuita

Argomenti correlati
Approfondimenti
21 Novembre 2018

Pesaro

Potare alberi da frutto

Approfondimenti
09 Giugno 2018

Pesaro

Piantare i bulbi

Approfondimenti
07 Giugno 2018

Pesaro

laghetti

Approfondimenti
03 Giugno 2018

Pesaro

Potatura delle siepi

Approfondimenti
06 Maggio 2018

Pesaro

Irrigazione professionale

Approfondimenti
05 Marzo 2018

Pesaro

Come potare alberi grandi?