Irragazione professionale per il giardino

Nel periodo estivo a causa del caldo e delle scarse precipitazioni, può succedere che siamo costretti a ricorrere a sistemi di irrigazione di soccorso, per evitare che le piante vadano in stress idrico. Bisogna considerare il fatto che se vogliamo un prato verde siamo costretti ad innaffiarlo, questo ovviamente comporta un consumo idrico maggiore. Nelle Marche solitamente un prato naturale nel periodo estivo assume una colorazione giallastra e secca verso agosto, molti regolamenti comunali della Provincia di Pesaro Urbino, nel periodo estivo limitano e vietano l’utilizzo di acqua per innaffiature improprie. Molto spesso si assiste a sregolate e inutili innaffiature nelle ore più calde della giornata. Un giardiniere, un Tecnico o un Agronomo-Forestale sapranno consigliarvi quali sistemi di irrigazione possono fare al caso vostro, tenendo in considerazione le esigenze del risparmio idrico e le esigenze delle piante.

Esistono vari sistemi di irrigazione, anche automatici che vi permettono di innaffiare le piante anche se siete in vacanza o non avete tempo per farlo manualmente, questo però comporta ovviamente che ci sia la disponibilità di una condotta idrica e la disponibilità di energia elettrica, alcuni Kit automatici in commercio funzionano anche a batterie.

Questi Kit sono costituiti da un programmatore automatico (c’è ne sono molti in commercio e per tutte le tasche) che consente di far partire l’irrigazione in un orario e per un periodo di tempo prestabiliti. Il giardiniere vi consiglierà sicuramente di impostare l’irrigatore in modo tale che parta nelle ore notturne. Non tutti sanno che le piante assorbono l’acqua principalmente di notte, quindi ogni irrigazione che viene effettuata di giorno risulta inutile e uno spreco perché la pianta non assorbe l’acqua, e quella somministrata viene persa per evaporazione dal terreno, oltre a questo le irrigazioni nelle ore calde comportano uno sbalzo termico tra il suolo e la pianta che compromette la salute delle stesse, oltre ad altre problematiche che riguardano le malattie.

Il programmatore quindi gestisce l’impianto di irrigazione che è costituito da tubi in cui scorre l’acqua che, in base al sistema scelto per l’irrigazione distribuirà l’acqua alle vostre piante. In estate in base alla portata (che varia dai 30 ai 70 l/ora) e alla pressione (solitamente di 1Bar per questi sistemi) bastano circa 30 minuti ogni 2-3 giorni per irrigare il vostro giardino in base alle condizioni climatiche presenti nella Provincia di Pesaro Urbino.

Per ridurre gli sprechi di acqua oggi i sistemi più usati sono quelli fuori terra, con tubi a trasudazione e i sistemi goccia a goccia, entrambi usati principalmente per innaffiare siepi o alberi. Se invece volete innaffiare l’erba del vostro giardino, il sistema migliore è quello dei tubi interrati con il sistema a scomparsa degli augelli che innaffieranno in vostro prato. In ogni caso in base alle vostre esigenze il Giardiniere o il Tecnico Agronomo-Forestale sapranno indicarvi qual è la soluzione migliore in grado di soddisfare le esigenze del vostro giardino.

Argomenti correlati
Approfondimenti
21 Novembre 2018

Pesaro

Potare alberi da frutto

Approfondimenti
09 Giugno 2018

Pesaro

Piantare i bulbi

Approfondimenti
07 Giugno 2018

Pesaro

laghetti

Approfondimenti
03 Giugno 2018

Pesaro

Potatura delle siepi

Approfondimenti
06 Maggio 2018

Pesaro

Irrigazione professionale

Approfondimenti
05 Marzo 2018

Pesaro

Come potare alberi grandi?